Salva

Filtra per

17-10-2019

Cercate consigli per la vostra igiene orale? Siete nel posto giusto!

Cercate consigli per la vostra igiene orale? Siete nel posto giusto!

Partiamo dalle basi: qualche suggerimento per prendervi cura di denti e gengive, per un sorriso bello e sano, ogni giorno?

  • Lavate i denti dopo ogni pasto
  • Spazzolate per circa 3 minuti
  • Usate il filo interdentale o uno scovolino, una volta al giorno

La scelta dello spazzolino è fondamentale.

Non esiste uno spazzolino giusto e uno sbagliato, ciò che conta è sceglierlo in base alle proprie necessità e allo stato di salute dei propri denti.
Gli spazzolini manuali si differenziano per lo spessore delle setole: meglio morbido, medio, o duro? Le setole morbide e medie sono consigliate soprattutto a chi presenta ipersensibilità dentale: la delicatezza delle setole riduce il rischio di danneggiare lo smalto dentale e di irritare le gengive. Le setole dure sono molto resistenti ed efficaci nello spazzolamento, ma piuttosto aggressive sulle gengive e vengono consigliate per la pulizia di protesi rimovibili.

Importantissimo: cambiate sempre lo spazzolino ogni 3-4 mesi.

piumePastaDelCapitano1

E il filo interdentale, è veramente così importante utilizzarlo quotidianamente?

Si, la pulizia degli spazi fra dente e dente è molto importante: la maggior parte delle malattie gengivali inizia proprio in quest’area.
Il filo rimuove la placca che si accumula e riduce il sanguinamento delle gengive, contribuendo così alla salute dentale.

Cosa può determinare la sensibilità dei denti?

La sensibilità dei denti è dovuta all’esposizione della dentina, struttura portante fisiologicamente sensibile, perché attraversata da tubuli che contengono fibre nervose. La dentina normalmente è coperta dallo smalto e dalla gengiva, per cui non è a contatto con l’ambiente orale. A causa di fattori traumatici abrasivi (spazzolamento errato), erosivi (sostanze acide a contatto con i denti) o patologici (malattia parodontale) la dentina si trova a non essere più ricoperta dallo smalto, oppure dalla gengiva a livello radicolare, e risponde con il dolore a stimoli di varia natura (termici, chimici, tattili).

La scelta del dentifricio può aiutare?

piumePastaDelCapitano2
piumePastaDelCapitano3
piumePastaDelCapitano4
piumePastaDelCapitano5

Pasta del Capitano, Dentifricio

Certo che si!
In base alla propria necessità è possibile scegliere il migliore.
Per esempio chi deve fare i conti con la placca (causata dall’accumulo di batteri e residui alimentari sui denti che aggrediscono lo smalto e danno origine alle carie) deve scegliere un dentifricio anti-batterico che disinfetta la bocca e contrasta le gengiviti; chi ha bisogno di rinforzare i denti dovrà puntare su un dentifricio caratterizzato da perossido di calcio, molecola con un’azione sbiancante e in grado di rimineralizzare lo smalto.

Pasta del Capitano è in grado di rispondere a esigenze specifiche in ambito di igiene orale con una gamma completa di dentifrici: Sbiancante, Protezione Totale, Antibatterico, Placca e Carie o Antitartaro, sono solo alcuni dei tubetti disponibili.

piumePastaDelCapitano6
piumePastaDelCapitano7
piumePastaDelCapitano8
piumePastaDelCapitano9

Pasta del Capitano, Colluttorio

Come si può intervenire sul problema dell’alitosi?
L’alito cattivo è un fenomeno associato ad un’alterazione della normale flora batterica orale che cresce soprattutto nella placca dentaria, sulle gengive e sulla lingua.

Pasta del Capitano Alito fresco è un ottimo alleato per combattere i problemi legati all’alitosi grazie alla presenza in formula di Lattato e Citrato di Zinco ed estratti di Prezzemolo e Basilico che aiutano a prevenire la placca e a neutralizzare i cattivi odori.

Ora che conoscete l’importanza di una buona igiene orale e sapete come riconoscere i migliori prodotti per le vostre esigenze, non avete più scuse: su PiùMe Shop Online vi aspetta tutta la selezione Pasta del Capitano!

in collaborazione con Pasta del Capitano